Requiem

14.11.19 / 28.11.19

Artisti:

Agostino Arrivabene
Philippe Berson
Nicola Bertellotti
Pablo Mesa Capella
Tiziana Cera Rosco
Pierluca Cetera
Gaetano Costa
Olivier De Sagazan
Sicioldr
Nicola Vinci


Messa solenne in commemorazione di un defunto, nella tradizione cattolica il requiem era considerato uno strumento per abbreviare la “degenza” delle anime nel Purgatorio – regno sotterraneo di passaggio e moderata espiazione, d’invenzione, o meglio, consacrazione dantesca – in una prassi simile alle “indulgenze” che tanto scatenarono le ire luterane.

Da qui Requiem, una collettiva di opere che hanno per soggetti resti umani che scontano, attraverso la loro raffigurazione martoriata, decorativamente putrefatta o in fantasmale dissolvenza, il loro peccaminoso passato, forse mai realmente esistito, meglio, il voluttuoso e soporifero eterno presente a cui sono condannate, come insetti pietrificati nell’ambra o feti immersi nella formaldeide, osservabili in singolari musei che certamente hanno ispirato le più celebri opere di Damien Hirst.

La conservazione tassonomica è un altro tema cardine di questa mostra/gabinetto delle curiosità che risuona di una macabra preghiera per l’Arte, intonata a cappella da “voci” neosimboliste e neogregoriane, comunque contemporanee nella soluzione figurativa del loro lessico.



La mostra avrà luogo nella wunderkammer
Mirabilia Art Gallery
,
in via di San Teodoro 14 a Roma.
Partner: Glocal Project / Cantina Terre di Giafar.



Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: